Michele Spadaro

Michele Spadaro

Audio project manager Fondazione OELLE

Classe 93.

Michele Spadaro inizia la sua esperienza suonando musica, per poi svilupparla nella comprensione della tecnologia audio. Per acquisire le conoscenze e le competenze desiderate, completa un corso di diploma in Produzione musicale e ingegneria del suono presso Point Blank London; un BA (Hons) in produzione audio presso l'istituto SAE, Londra, ed è attualmente iscritto a un MMus in Sonic Arts presso la Goldsmiths University.

Durante i suoi studi universitari è  coinvolto in progetti che includono programmazione audio per piattaforme XR, inclusa la sua tesi: Efficient Real Time Auditory Display for Virtual Reality Experience (2016), che esplora la percezione psico-acustica dell’udito umano.

Nel suo ruolo di audio project manager presso la Fondazione OELLE Mediterraneo Antico sviluppare i suoi primi lavori di sound art: MXUG-Music For Urban Gardens (2018) e Sonic Landscapes (2019).

Tra i progetti realizzati per gallerie d’arte contemporanea, si annoverano Preghiera alla Committenza (2020), in collaborazione con l'artista Christian Manuel Zanon, per la Galleria Massimo Ligreggi di Catania, e Imagotonus (2020) per la San Sebastiano Contemporary di Palazzolo Acreide (Siracusa).

Nel mese di febbraio 2021 ha inaugurato alla Collica & Partners Gallery (Catania) il suo nuovo lavoro Locum materiae sanam-Acustemologia dell’Etna