Paola De Pietri

Paola De Pietri
Senza Titolo

Le fotografie sono realizzate lungo il fronte tra Italia e Austria – sulle Alpi e Prealpi e nella zona del Carso – e seguono il filo della disintegrazione dei segni inferti dagli eventi bellici alla montagna e il loro riassorbimento nell’ambiente naturale. Sono trincee, caverne, vette sconvolte dallo scoppio di mine, crateri provocati dall’esplosione di migliaia di bombe, rovine di baracche, depositi costruiti con i materiali del sito.

In questi luoghi, oasi di pace e meditazione e ora, spesso, meta di vacanza e di escursioni, le trasformazioni del paesaggio sono ancora evidenti. Difficile ripensare e ritrovare sotto i propri passi l’eco delle battaglie a cento anni di distanza, come se l’“innocenza” dell’oggi avesse rimosso le violenze della storia.