Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Nulla era bianco nero

Nulla era bianco nero

Dal: 19/12/2021

Al: 30/01/2022

Luogo espositivo: fON Art Gallery

Aci Castello

 

BONANNO ALFIO/CALZIA ZAZA/MAZA FERNANDO/NICOSIA CARMELO/PIRRI ALFREDO/SANTARLASCI ANDREA.

A cura di Carmelo Nicosia

Settembre 2021

La fondazione OELLE continua all’interno della sua vasta programmazione, a porre una particolare attenzione alla produzione di mostre site specific che attingono all’Archivio, inteso come un universo dilatato dal quale attingere per creare assonanze e nuove narrazioni.

Il cinema, la musica, la letteratura, i linguaggi contemporanei ibridati e a volte spigolosi, continuano ad essere compagni fedeli di un viaggio arduo ma affascinante. Una grande attenzione e un profondo rispetto per il pubblico che ci segue, attento e desideroso di speranza culturale, in un tempo difficile per l’aggregazione e la gestione dei movimenti culturali.

OELLE non si ferma, per statuto e per spirito di servizio.

“NULLA ERA BIANCO NERO” riassume il lavoro di sei artisti diversi per linguaggi utilizzati, ma accomunati dalla propensione ad indagare tra le pieghe della visione e correre il rischio della ricerca. 

Artisti plurititolati che rischiano e disegnano dei percorsi percettivi che invadono lo spettatore in un tempo nel quale l’omologazione diviene fattore rassicurante e consueto.

Spazio espositivo

fON Art Gallery
Aci Castello,
Via Antonello da Messina 45
Non sono previste visite guidate

Date e orari di apertura

Dal: 19/12/2021
Al: 30/01/2022
Dalle ore: 18:30
Alle ore:
Non sono previste estensioni di apertura

Info & Contatti

Fondazione OELLE Mediterraneo Antico ETS
Telefono: 0952282011

Prossimo appuntamento

All my dreams

La Fondazione OELLE Mediterraneo Antico propone, per la seconda edizione, il progetto “Collezione in Fondazione”: un format circolare che coinvolge un collezionista, invitato a raccontare con le proprie opere e la propria storia, le ragioni di una collezione, dei suoi sviluppi etici ed estetici e della prorompente azione dell’arte.

Agata on the road 2024

Quest’anno il progetto, giunto alla sua quarta edizione, verrà strutturato in tre diverse sezioni, che prenderanno vita in forma di “mostra diffusa” in diversi luoghi della città e della provincia.

Agata on the road “LA CALL”- Il rapporto tra sacralità e tessuto urbano.